Alexander Mcqueen

Alexander Mcqueen

Foto / Photo: Ed Reeve

Quasi un allestimento espositivo scandito da precise componenti plastiche ed avvolgenti, il progetto di William Russell usa la pianta come una sorta di scatola neutra, in cui calare nuove geometrie cancellando la tradizionale
gerarchia di separazione tra superfici verticali ed orizzontali.

Almost like a display arrangement articulated around precise plastic components, William Russell's project uses the building's plan like a sort of neutral box in which to insert new geometric forms that eliminate the traditional hierarchy of separation between vertical and horizontal surfaces.

Architetto / Architect: William Russel
Pragmatico ma anche poetico, l’architetto londinese William Russell è portatore di una visione del progetto che si affida alla suggestione di una geometria
non convenzionale. Si occupa di architettura, interni, allestimenti e ha ricevuto riconoscimenti internazionali come il “VM + SD New York Store of the Year Award
2002” per lo Store McQueen di New York.

Pragmatic yet also poetical, London architect William Russell's vision of the project is one that relies on the appeal of unconventional geometry. He is involved in architecture, interiors, and window dressing, and has received international
recognition such as the 'VM + SD New York Store of the Year Award 2002' for the McQueen store in New York.

Sin dall’ingresso si gioca sullo shock del passaggio dall’indifferenza della strada esterna alla morbida e quasi ultraterrena luce dell’interno.

As one enters there is a play on the shock in passing from the indifference of the street to the soft and almost ultra-mundane light of the interior

Bianchi elementi scultorei apparentemente fluttuanti si incastrano nella composizione.

White, apparently floating, sculptural elements fit
into the composition.

Colonne espositive calate dal soffitto
display columns lowered from the ceiling

Alexander McQueen ha aperto il suo primo flagship store nel pieno centro di Milano, in via Verri. Il punto vendita, che si estende su una superficie di circa 280 metri quadri, rappresenta il nuovo concetto di design di McQueen, messo a punto dall’architetto William Russell.

Studi di curve e tangenze.

Studies of curves and tangents.

Soffitto e pavimento si trasformano in superfici plastiche che si sviluppano in forma di arredo e
di display.

Floor and ceiling turn into plastic surfaces that become elements of furniture and display.

Alexander McQueen has opened his flagship store in Via Verri, in the very centre of Milan. The sales outlet, which
has a surface area of about 280m2, represents McQueen's new design concept by architect William Russell.

Una fascia luminosa incassata crea volutamente una linea orizzontale di “morbida” luce.

A strip of embedded light deliberately creates a horizontal line of 'soft' light.

Una scala sinuosa, plastica e avvolgente, collega i due piani: terreno e interrato.

A curving, plastic, and enveloping staircase connects the ground floor and basement.

Nelle foto:

A lato: Sezione.
Cross sections.

Sotto: Studio delle“stalattiti” geometriche che, calate dal soffitto, fungono da display con nicchie e mensole.

Study of the geometric
stalactites which, lowered from the ceiling, are used as
displays with niches and shelves.

Gradini in seminato alla veneziana e madreperla.

Steps in 'seminato alla veneziana' and mother-of-pearl.

Particolare del corrimano curvo, in acciaio dipinto, con illuminazione sottostante per valorizzare la superficie di calpestio

Detail of the curved handrail in painted steel, with lighting from below to bring out the walk-on surfaces.

Il primo negozio è stato aperto nel Luglio 2002 in West 14th St. a New York, il secondo nel marzo 2003 in Old Bond Street a Londra. L’essenza architettonica che caratterizza questi spazi si basa su una totale re-invenzione delle forme tradizionali dei punti vendita, in grado di definire un’immagine riconoscibile e ripetibile in tutto il mondo.

The first store was opened in July 2002 on West 14th Street, New York, and then on 2 March 2003 in Old Bond Street, London. The architectural spirit that characterises these spaces is based on a total reinvention of the traditional
forms of the sales points, capable of defining a recognisable image that can be repeated all over the world.

Prospettiva del vano scala
dall’interrato al piano terra.

View of the staircase from the basement
to the ground floor.

Particolare delle pareti. Costituite da fogli di lamiera in ferro decappato, sono fissate con angolari e piatti in ferro a centine agganciate ai muri perimetrali.

Detail of the walls. Sheet metal in pickled iron is attached to curved iron plates
that are fixed to the perimeter walls.

La filosofia di riferimento assume pavimento e soffitto come uniche superfici di partenza da cui sviluppare volumi, pareti, arredi e strutture di display. Colonne, connesse in sommità con ampie curve di raccordo e staccate, invece, dal pavimento in modo da formare una sequenza di scultoree stalattiti, creano l’illusione che tutto ciò che si trova
all’interno del negozio fluttui nell’aria. Tali colonne sono scalfite da nicchie e provviste di mensole illuminate da lampade
alogene, sulle quali collocare abiti ed accessori in esposizione; fra l’una e l’altra di queste forme sono inseriti spazi
per appendere abiti. Gli archi ricavati guidano il cliente attraverso lo spazio sottolineando il carattere avvolgente
dell’insieme. Manichini intagliati a mano si alternano agli abiti sospesi. Un fascio di luce unifica l’ambiente, illuminando
al tempo stesso le colonne e le pareti. Il piano terra è collegato all’interrato - destinato alle calzature - attraverso una
scala eseguita da Morsaletto in “seminato alla veneziana”. Il corrimano curvo in acciaio dipinto con illuminazione sottostante, sottolinea la sinuosità dello spazio creando una continuità con la parete curva anch’essa in seminato.

Piante e sezioni dei due piani.

Floor plans and cross sections of the two floors.

Le pareti e le sedute si raccordano
in curva al pavimento perlaceo a palladiana.

The walls and seats
curve on the pearly Palladian floor.

The idea is to view floor and ceiling as surfaces upon which to insert volumes, walls, furniture and display structures.
Columns that do not touch the floor creating a sequence of sculptural stalactites give the illusion that everything is
floating in mid-air. These columns have niches and shelves, lit up with halogen lamps, upon which to display clothes
and accessories; spaces have been created between them to hang up clothes. Arches guide the client and underline
the enveloping character of the whole. Hand-carved mannequins alternate with hanging clothes. A strip of light
unifies the setting, illuminating both the columns and the walls. The ground floor is connected to the basement (for
footwear) by means of a staircase by Morsaletto in 'seminato alla veneziana' Venetian flooring. The curved handrail
in painted steel with lighting from below, emphasises the winding nature of the space by creating continuity
with the curved wall in 'seminato alla veneziana'.

Il sistema costruttivo per questa boutique è il seguente: le pareti, realizzate da ICRAS, sono costituite dall’unione di
fogli di lamiera calandrata secondo raggi di curvatura realizzati in base al progetto e fissate attraverso piatti in
ferro ed angolari a centine agganciate ai muri perimetrali. La lamiera è stata rivestita da successivi strati di verniciatura
e tinteggiata di bianco come se fosse la carrozzeria di un’automobile. Un angolare in alluminio segna, a terra, il
passaggio tra le pareti ed il pavimento perimetrando e contenedo la gettata di “seminato alla veneziana” con inserti in
madreperla. Il punto vendita tende a riflettere, in questo modo, un connubio di tradizione e modernità.

Alexander Mc Queen

Indirizzo: Via Verri 8, Milano
Anno di realizzazione: giugno 2003
Progetto architettonico: arch. William Russell, Londra
Progettazione esecutiva e direzione lavori: arch. Debra Balucani , Studio 3, Mi
Sicurezza: arch. Mario Lemorini, Studio 3, Mi
Progettazione e D.L. impianti meccanici: Studio Fumagalli, Monza
Progettazione e D.L. impianti elettrici: Studio Corelli, Mi
Progetto strutture: studio SCL, Mi
Impresa – general contractor: Estedil, Mi
Impianti meccanici: MTI impianti, Mi
Impianti elettrici speciali: Galbiati, Mi
Arredi: FR Arredi, Bg
Pavimento in seminato e scala: Morseletto, Vi
Pareti curve e arredi: ICRAS, Tn

The building method for this boutique is as follows: the walls, made by ICRAS, are made by attaching rolled sheet
metal, applied in curves according to the design, to curved iron plates that are fixed to the perimeter walls. The sheet metal is then painted white to look like a car body. A corner in aluminium marks the passage, on the ground, between
the walls and the floor, and creates a perimeter that contains the 'seminato alla veneziana' Venetian flooring
with mother-of-pearl inserts. The sales outlet thus reflects a blend of tradition and modernity.


se è piaciuto questo articolo 

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
CARRELLO
TAG