Les copains

Les copains

Foto / Photo: Athos Lecce

Per il concept sviluppato per la nuova immagine dei negozi Les Copains, il progetto si è basato su un segno minimalista rivolto alla creazione di forti volumi architettonici. Il senso della scena è reso importante dallo studio dell’illuminazione, fondamentale per la corretta distribuzione degli spazi e la comprensione della ricercata atmosfera.

The concept for the new image of Les Copains stores has a project based on minimalism and the creation of powerful architectural volumes. The meaning of the scene is emphasised by the lighting, which is fundamental for a correct distribution of space and for an understanding of a sought-after atmosphere.

Lo studio di progettazione F&P Architetti è stato fondato a Milano nel 1993 dagli architetti Leopoldo Freyrie e
Marco Pestalozza. F&P pone al centro della propria attività i valori della qualità del progetto e dell’etica professionale, promuovendo i valori culturali, ambientali
e sociali della disciplina architettonica.
Architetto / Architect: F&P Architetti

Architects Leopoldo Freyrie and Marco Pestalozza founded design studio F&P Architetti, Milan, in 1993. Project quality and professionalism are key values for F&P, and as such they promote the cultural, environmental, and social values of architecture.

Sfilata Les Copains.

Les Copains fashion show.

Nelle canaline nere sono alloggiati
faretti per luce direzionale,
bocchette del condizionamento, altoparlanti, etc.

Spot lighting, air-conditioning
outlets, loudspeakers etc. are set
in the black channels.

Lightbox realizzati da iGuzzini.

Lightboxes by iGuzzini.

Vista della scala in resina che porta al primo piano

View of the staircase in resin that leads
to the first floor

Ambizioso progetto illuminotecnico
ambitious lighting project

Nel cuore di una delle zone più esclusive di Milano, la boutique Les Copains propone una formula espositiva basata su un disegno semplice e chiaro, tuttavia caratterizzato da forti volumi architettonici.
La scelta è stata quella di puntare in modo minimalista su pochi elementi e materiali, ragionando sugli spazi e su un
ambizioso progetto illuminotecnico, in grado di modulare l’ambiente e l’impianto volumetrico. La luce è, infatti, l’elemento generatore del progetto, in grado di avvolgere il visitatore in un ambiente di grande suggestione
visiva. Si tratta di una luminosità opalina diffusa: diventa volume nel dare corpo a colonne come quinte teatrali e crea l’illusione di trovarsi in mezzo a una nebbia chiara; si
infila sotto i massicci mobili in noce per sollevarsi
da terra e sciogliersi in rivoli di luce che scorrono nel pavimento come sottili corsi d’acqua dei giardini orientali.
Le colonne sono pilastri in vetro con fibre di vetro applicate e tubi di neon al suo interno, realizzate con cura da iGuzzini. Esse delimitano le nicchie espositive
rivestite in legno a doghe di noce.

Particolare tecnico del lightbox e del pavimento.

Technical detail of the light-box and the floor.

At the heart of one of the more exclusive areas of Milan, the Les Copains boutique offers a display formula based on a simple and clear design, nevertheless characterised by powerful architectural volumes. A minimalist approach to just a few elements and materials has meant concentrating on spaces and an ambitious lighting project, which can modulate the setting and the volumetric installation. Light is in fact the driving element of the project, capable of enveloping the visitor in a visually stimulating setting. Diffused opaline lighting acquires volume by giving substance to columns and theatrical screens, and it conveys a feeling of being in the midst of fog; it slips under solid walnut furniture to then rise up and melt in rivulets of light that run along the floor like small streams in oriental gardens. The columns are glass pillars with applied glass fibre and neon tubes inside, by iGuzzini. They delimit the display niches covered in staves of walnut wood.

Dialogo tra pavimento e soffitto
Dialogue between floor and ceiling

Rivoli di luce scorrono nel pavimento in resina con partitura in noce, posato da Fantini: l’effetto è quello di un grande quadro monocolore di Mondrian. A lato videowall.

Rivulets of light run along the resin floor with walnut divisions, laid by Fantini: the effect is that of a large mono-colour Mondrian. Videowall on the side.

Il dialogo geometrico tra il pavimento e il soffitto, contribuisce a enfatizzare la dimensione fluida dello spazio.
Il disegno del controsoffitto, infatti, riflette come in uno specchio, quello ad “opus incertum” del pavimento in resina
con partitura in noce, posato da Fantini: l’effetto è quello di un grande quadro monocolore di Mondrian. A soffitto, grandi piastre luminose con diffusore opalino si alternano a pannelli in cartongesso smaltato bianco semilucido, con grande effetto di illuminazioe ambientale. Nelle canaline nere che separano le diverse piastre, sono alloggiati i faretti per la luce direzionale, le bocchette del condizionamento, gli altoparlanti e tutti quegli elementi tecnici che potrebbero risultare di disturbo alla vista e alla pulizia del progetto. La sensazione aerea dello spazio è accentuata da una scenografica parete in vetro, luminosa grazie alle variazioni cromatiche e cicliche dei Led al suo interno, che accompagna la scala di collegamento ai due piani della boutique.

Parete luminosa con variazioni cromatiche
Luminous wall with chromatic variations

Nelle foto:
Sopra: Particolari tecnici della scala.
Scenografica parete in vetro, luminosa grazie alle variazioni cromatiche e cicliche dei Led al suo interno, accompagna la scala in resina.
A Lato: Sezione della scala.

Above : Technical details of the staircase.
Spectacular glass wall, illuminated by the cyclical chromatic variations of LEDs placed inside it, accompanies the resin staircase

On left: Cross section of the staircase.

The geometric dialogue between the floor and ceiling helps emphasise the fluid dimension of the space. The design of the false ceiling reflects, like a mirror, the 'opus incertum' design of the resin floor with walnut divisions, laid by Fantini: the effect is that of a large mono-colour Mondrian. On the ceiling, large luminous plates with opaline diffusers alternate with white semi-gloss plasterboard panels to provide very effective lighting. The black channels that separate the plates enclose spotlights, air-conditioning outlets, loud speakers, and all other technical accessories that might otherwise be an eyesore and disturb the neatness of the project. The ethereal sensation of the space is accentuated by a stunning glass wall, illuminated by the cyclical chromatic variations of LEDs placed inside it, which accompanies the staircase connecting to the two floors of the boutique.

Luminosità opalina diffusa
Diffused opaline lighting

Un preciso concetto di polisensorialità accompagna il progetto, declinandosi nella cura riservata all’illuminazione, alla
raffinatezza tattile dei materiali impiegati e alla scelta di diffondere nell’ambiente delicati aromi grazie a una particolare
tecnologia olfattiva creata da Creative Company. Completano l’ambientazione box espositivi ricoperti in noce rigato
orizzontalmente, monitor alla parete con proiezioni di sfilate e pouff di Cassina.

Pianta piano terra.

Ground floor layout.
Pianta piano primo.

First floor layout.

Les copains

Indirizzo: Via Manzoni 21, Milano
Anno di realizzazione: 2002
Progetto architettonico: Architetti Freyrie & Pestalozza, Milano
Direzione lavori: Ing. Antonella Flores
Impresa di costruzione: Sice Previt, Milano
Pavimento: Fantini
Arredi: Cassina
Illuminazione: iGuzzini, Osram
Tecnologia olfattiva: Creative Company


Ambientazione del piano terra
con nicchie espositive rivestite in legno a
doghe di noce.

Ground floor setting with display
niches covered in walnut staves.
La luce è l’elemento generatore del progetto. Le colonne sono pilastri in vetro con fibre di vetro applicate e tubi di neon al suo interno,
realizzate da iGuzzini.

Light is the driving element of the project. The
columns are in glass with applied glass fibre and neon tubes inside, by iGuzzini.

A specific multi-sensorial quality accompanies the project, stated in the care given to the lighting, the tactile refinement
of the materials used, and the decision to release delicate aromas thanks to specific olfactory technology created by Creative Company. Completing the setting are display boxes covered with horizontal walnut stripes, wall monitors projecting fashion shows, and pouffes by Cassina.


se è piaciuto questo articolo 

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
CARRELLO
TAG