Atmosfere di campagna

Atmosfere di campagna

Rivestimenti con raffinati contrasti

Il ferro battuto ben si sposa con l’atmosfera semplice degli ambienti rustici. La sua rassicurante robustezza, ingentilita dalle decorazioni, contribuisce a creare ambienti ricchi di angoli vissuti.

Generalmente anche nelle case di campagna più eleganti viene inserito qualche particolare in stile rustico: i complementi in ferro battuto ne sono un ottimo esempio sia quando si ha avuto la fortuna di trovare un bel pezzo antico che quando
si sceglie un manufatto dei giorni nostri. Anche i piccoli oggetti di uso quotidiano possono trasformarsi in decorativi elementi d’arredo.

Una zona pranzo arredata in stile classico e dominata da un imponente lampadario in ferro battuto che ha mantenuto l’illuminazione a candele. Una soluzione insolita, ma di grande effetto scenico.
In questo intervento di ristrutturazione
si sono rispettati i materiali ed i colori tipici della campagna toscana che, nelle loro diverse
tonalità, creano uno sfondo perfetto agli
elementi in ferro battuto.

Si trova immersa nella campagna siciliana questa villa in cui sono stati accostati oggetti e mobili di epoche diverse. Una miscellanea molto piacevole alla quale il ferro forgiato partecipa in maniera discreta, ma sostanziale. Piccoli, ma numerosi sono infatti gli inserimenti di manufatti realizzati in questo materiale e spaziano dal vecchio oggetto della nonna (ne è un esempio la base della macchina da cucire usata come piano d’appoggio sulla scala) all’intervento ideato per dividere la cucina dal soggiorno-sala da pranzo.

In Edicola

Nelle foto: Decisamente originale la soluzione adottata per “separare senza dividere” la zona operativa della cucina
dalla zona pranzo. La cucina in muratura ha un ampio piano di lavoro dotato di due lavabi rotondi in pietra lavica smaltata e due supporti dello stesso materiale da cui si protendono i rubinetti vecchio stile. L’angolo pranzo è caratterizzato da un grande tavolo dal basamento in pietra lavica e ferro battuto con un piano in cristallo che
ne alleggerisce la struttura. Le sedie, anch’esse in ferro, hanno il rivestimento in cuoio lavorato a mano.

La cucina, infatti, è nascosta alla vista da un muretto sormontato da una bordo in mattoncini di cotto che si apre sulla zona pranzo tramite un piccolo oblò chiuso da una decorativa grata in ferro la cui valenza decorativa è indiscutibile. Cotto, legno e ferro battuto si mescolano in questa villa il cui arredo è il risultato di un abile lavoro di accostamenti che a prima vista possono sembrare casuali, ma che in realtà sono stati studiati con grande attenzione.


se è piaciuto questo articolo 

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
CARRELLO
TAG