Lo spazio modellato senza porte

Lo spazio modellato senza porte

AGiussano, la ristrutturazione di una soffitta dismessa

Risolvere la zona giorno, comprendente ingresso, cucina e soggiorno, senza eccessive chiusure o divisioni nette tra ambienti dedicati a funzioni diverse.

Arch. Gabriele Talpo
Servizio: Daniela Sironi
Foto di: Athos Lecce

Il progetto intende restituire una sensazione di ampiezza e soprattutto elevare il soggiorno a elemento centrale del focolare domestico. E’ caratterizzato dalla divisione del locale cucina dal soggiorno, mediante un muro senza porte,
smaltato di colore rosso, che maschera la cucina senza però negarne la lettura dello spazio.
Contemporaneamente lo stesso muro, in corrispondenza dell’ ingresso principale, è elemento di separazione e contiene il luogo-camino senza ridurre l’ampiezza dell’ ingresso – soggiorno - cucina.
Il muro e il camino smaltati di rosso sono il punto fermo del progetto, infatti rappresentano il nucleo centrale dell’intera abitazione e ne favoriscono il significato di focolare, luogo di unione e comunicazione tra gli abitanti e i loro amici.

Biografia dell'architetto

Gabriele Talpo architetto, nasce a Giussano (Milano) nel 1964 e si laurea in architettura al Politecnico di Milano nel 1989.
Intraprende un rapporto di apprendistato in vari studi milanesi fino al 1990. Dopo un’esperienza professionale all’estero, alla fine del 1991 inizia la propria attività professionale elaborando progetti di design, architettura, interior design e partecipando a concorsi pubblici relativi alla sistemazione di luoghi urbani della città. Lavorare in terra di Brianza, ne ha consolidato una conoscenza spiccata per i materiali e soprattutto una padronanza per le lavorazioni e realizzazioni. La continua ricerca nella forma e nella funzione ne caratterizza il lavoro quotidiano, con una particolare attenzione alle innovazioni tecnologiche, non dimenticando mai i bisogni più semplici dell’uomo.

Oh che bel camino...

Pavimenti in listoni di teak verniciato satinato forniti e posati da “C.P. Parquet” Giussano; mobili su misura del soggiorno in faggio di ‘Mobilearredo Brenna” di Verano Brianza; camino in muratura: quinte divisorie smaltate con vernice
per ferro “Sikkens”. Porte in faggio, maniglie Olivari.

Esserci senza imporsi: il camino è un elemento forte, sia per dimensioni, sia per colore, vero cuore attivo : si misura con
l’ampiezza dello spazio circostante che lo ospita con gradevolezza e vi trova il riferimento centrale senza esserne soffocato.

Anche il mobile (su disegno e realizzato su misura), interposto tra il camino e un pilastro strutturale dell’edificio, crea lo spazio funzionale per l’alloggiamento della tv e allo stesso tempo delimita lo spazio del relax senza interrompere
la vista dell’intero spazio (aperto, su richiesta del committente).
La scelta dei materiali e dei colori è molto decisa e determinante e le linee dell’intero progetto sono fedeli a un concetto di sobria linearità, infatti le forme sempre minimali sono esplicative del carattere determinato del committente.
Il salotto, infine, si raccoglie intorno allo spazio centrale della casa e lo definisce. Il progetto vuole quindi tradurre in concreto la ricerca di una giusta atmosfera con i colori e i materiali e il calore della casa.
Il pavimento in doussier, i mobili in faggio crudo, il rosso lacca delle pareti, diventano ingredienti di un soggiorno dal carattere deciso ma rassicurante.



se è piaciuto questo articolo 

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
Tratto da

IL SOGGIORNO 31

Zona Pranzo e Divani

CARRELLO
TAG