ERA UN'ANTICA GHIACCIAIA

NEL CUORE VERDE DELLA BRIANZA PIÙ BELLA

Nei tempi antichi, non esistevano i frigoriferi e l’unico modo per creare il freddo anche durante la stagione estiva era quello di stivare la neve in un edificio, esposto a nord e parzialmente interrato, dalle pareti molto spesse: in tal modo, la neve invernale si conservava per molti mesi.
Una di queste ghiacciaie, della seconda metà del Seicento, con l’annessa casa contadina, dopo un attento restauro è diventata una bellissima casa di campagna, immersa nella stupenda natura dell’alta Brianza, in un parco protetto.
La nuova abitazione risulta dall’articolazione del volume cilindrico della ghiacciaia con quello parallelepipedo della costruzione rustica, creando una forma absidale, ed è disposto su tre livelli: nell’interrato la taverna, al primo livello la zona giorno e a quello superiore la zona notte.
L’accurato lavoro di restauro ha recuperato perfettamente le pareti di Marna rosata, una pietra tipica della zona del lago di Alserio, che ora risalta con tutta la sua bellezza, e all’interno tutti gli elementi di rilevanza architettonica, integrando il tutto con pezzi provenienti dalle case di famiglia, di varie epoche, e pochi arredi contemporanei.

Andrea Crosta di Moncalvo, architetto nasce a Milano dove si laurea in Architettura.
Dal 1994 collabora con il socio, l’architetto Pironi, occupandosi di progettazione, ristrutturazione e decorazione di appartamenti, case, negozi e uffici, sia in Italia che all'estero. Noto anche per la sua passione cinofila, è allevatore ufficiale di Jack Russell Terrier, su cui ha pubblicato un libro edito da Mursia.
Tra le famiglie storiche dell’alto Lario quella dei Crosta è di certo tra le più antiche, diramate e longeve. Le prime tracce della famiglia risalgono al XII secolo con Ugone Crosta, miles a Milano nel 1159.

Pagine

se è piaciuto questo articolo 

TAG CORRELATI

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
CARRELLO
TAG