Una “dolce casa” su più livelli

LA STUFA 30

Nella zona conversazione, arredi di recupero ed una vecchia stufa riportano ad atmosfere d’altri tempi
Nella zona conversazione, arredi di recupero ed una vecchia stufa riportano ad atmosfere d’altri tempi

In Val di Non un intervento complesso che svela tutto il calore e l’intimità dell’abitazione

A Cles, capoluogo della Valle di Non, un paese circondato dalle splendide montagne del Gruppo di Brenta e delle Maddalene, si trova una casa che si erge al limitare del centro storico, che risale alla seconda metà del 1700.
A prima vista, prima del restauro da parte del progettista-proprietario, appariva solo come un rudere, angusto e scomodo. Allo sguardo di Pier Giogio Fabbro già da subito svelava tutte le sue potenzialità di spazi, luce, calore, intimità.
Disposta su quattro livelli, l’accesso all’abitazione è posto al terzo piano dove dalla hall d’ingresso si può salire alla zona giorno, ricavata in quella che era la soffitta, o rimanere al piano per accedere alla zona notte, oltrepassando la quinta virtuale formata da un varco a bifora...

L'articolo completo è disponibile in
LA STUFA 30
Acquistalo online o in Edicola! 

PIER GIORGIO FABBRO
PIER GIORGIO FABBRO

L’ARCHITETTO: PIER GIORGIO FABBRO

NASCE NEL 1962 A CLES (TN) DOVE TUTTORA VIVE ED ESERCITA LA PROFESSIONE. DOPO AVER CONSEGUITO IL DIPLOMA DI GEOMETRA INIZIA SUBITO A LAVORARE PRESSO ALCUNI STUDI DI ARCHITETTURA A TRENTO. LAPASSIONE CHE PONE NEL LAVORO LO PORTA NEL 1991 AD APRIRE UN PROPRIO STUDIO DI INTERIOR DESIGN, INDIRIZZANDO L’ATTIVITÀ VERSO LA PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI DI VILLE, RISTRUTTURAZIONI ED ARREDAMENTO D'INTERNI, ESPERIENZA NELLE QUALI SI SPECIALIZZA PONENDO LA MASSIMA ATTENZIONE E CURA NELLA DEFINIZIONE DEI DETTAGLI. OGNI SUO PROGETTO HA ORIGINE DA UN’ATTENTA ANALISI INTROSPETTIVA DEL COMMITTENTE: SOLO COSÌ - EGLI AFFERMA - HA LA CERTEZZA CHE AD OPERA ESEGUITA QUESTA CORRISPONDA ALL’EFFETTIVO DESIDERIO DEL CLIENTE. IN QUESTI ULTIMI ANNI, LA PASSIONE ED IL RISPETTO PER L’AMBIENTE, LO HANNO PORTATO A PRIVILEGIARE L’EDILIZIA BIO-ECOLOGICA IMPIEGANDO IL PROTOCOLLO “CASACLIMA” DEL QUALE HA FREQUENTATO I CORSI OTTENENDO IL DIPLOMA DI “ESPERTO CASACLIMA”. DICE DEL SUO LAVORO: “QUANDO PROGETTO QUALCHE COSA, ANCHE SE PICCOLA E MODESTA, CI METTO L’ANIMA: È PER QUESTO CHE HO CONIATO LO SLOGAN “Abiterei tutte le case che ho progettato”.

APPROFONDIMENTO
http://pro.dibaio.com/fabbro-gallery

VAL DI NON CLES
VAL DI NON CLES

ITINERARI: VAL DI NON CLES

CLES È IL CAPOLUOGO DEL COMPRENSORIO DELLA VAL DI NON. VICINO ALL'ABITATO DELLA CITTÀ SI TROVA IL LAGO ARTIFICIALE DI SANTA GIUSTINA, FORMATO CON LO SBARRAMENTO DEL FIUME NOCE. LA DIGA FU COMPLETATA NEL 1951, È ALTA 152 METRI, ED ERA ALL'EPOCA DELLA COSTRUZIONE LA PIÙ ALTA D'EUROPA. IL RITROVAMENTO DELLA “TAVOLA CLESIANA”, EMANATA DALL’IMPERATORE TIBERIO CLAUDIO NEL 46 D. C., TESTIMONIA IL CONFERIMENTO DELLA CITTADINANZA ROMANA ALLE ANTICHE POPOLAZIONI DELLE VALLI. UNA COPIA DELL’EDITTO È ESPOSTA AL PALAZZO ASSESSORILE DI CLES. LA POSIZIONE GEOGRAFICA DI CLES È IDEALE PER CHI VUOLE SCOPRIRE LE NUMEROSE RICCHEZZE DELLA NATURA E CULTURA DELLE VALLI DI NON E DI SOLE, TRA CUI LE MONTAGNE DELLE DOLOMITI DI BRENTA, DELL’ORTLES E DELLA MENDOLA. CLES È PRATICAMENTE CIRCONDATA DAI FRUTTETI CHE PRODUCONO LE FAMOSE MELE DELLA VALLE DI NON (D.O.P.). È UNO SPETTACOLO VERAMENTE PARTICOLARE VEDERLI IN FIORITURA TRA LA FINE DI APRILE E METÀ MAGGIO.

A cura di Progetto di Pier Giorgio Fabbro, Interior Designer - Foto di Freddy Valoz, Pigi, Julio Cesar De Urquiza
se è piaciuto questo articolo 

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
Tratto da

LA STUFA 30

Case Di Montagna 89 TWIN COVER

In copertina:
In copertina: Realizzazione Ravelli

CARRELLO
TAG