Ludovici NanoceramiX

Come rendere la pittura Nanotermica

La pittura Ludovici vista al microscopio
La pittura Ludovici vista al microscopio

Perchè NANOsfere e non microsfere?

In realtà NanoceramiX e PicoceramiX sono sfere di ceramica che hanno un diametro dell’ordine dei micron (rispettivamente circa 100 e circa 25), quindi per definizione si tratta di microsfere. Commercialmente, vengono chiamate nanosfere perché sono le uniche ad avere il nanorivestimento brevettato, caratteristica che le distingue da tutte le altre microsfere in commercio, di vetro, ceramica o altra composizione, che sono vendute a basso costo come inerte o già presenti dentro le comuni pitture termiche. Aggiungendo NanoceramiX o PicoceramiX ad una pittura si rende la stessa Nanotermica e non solo termica, perché si conferiscono caratteristiche uniche e superiori alle comuni pitture termiche in commercio, che contengono microsfere cave, in vetro o ceramica, senza nanotecnologia. Di seguito le principali caratteristiche e differenze tra una pittura termica comune ed una qualsiasi pittura resa Nanotermica tramite l’aggiunta di NanoceramiX o PicoceramiX

Vuoi saperne di più?

Ricevi la guida Ludovici cliccando sull'icona Info+. Riceverai più di 80 pagine di informazioni tecniche e pratiche utili per edifici nuovi e per la ristrutturazione.

se è piaciuto questo articolo 

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
CARRELLO
TAG