MACCHIA MEDITERRANEA

MACCHIA MEDITERRANEA

Il giardino mediterraneo

Intervento: Arch. Valerio Di Bartolo
Foto: Athos Lecce

Il profumo della zagara, del gelsomino e delle piante selvatiche sono un continuo balsamo per i sensi: queste sono le caratteristiche del giardino mediterraneo, con le sue fioriture ricche, colorate e prolungate.
Queste piante hanno origine nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, e si possono notare spesso nella vegetazione spontanea, come la ginestra, il cappero, il mirto; altre piante provengono da zone più lontane, ma ormai sono completamente naturalizzate, come il fico d'India o l'agave americana, ormai elementi preponderanti del paesaggio in molte zone calde d'Italia, Spagna e Africa settentrionale. Prediligono i climi caldi e necessitano, salvo alcuni casi, di scarse o nulle annaffiature; quasi tutte amano le zone aride e soleggiate.

LA LAVANDA
Pianta erbacea, perenne, sempreverde, originaria del bacino del Mediterraneo, facile da coltivare. Ha foglie argentee, molto profumate, strette ed allungate; in estate produce moltissimi fiori, piccoli e fragranti, raggruppati in spighe. La maggior parte delle varietà sono resistenti al freddo e vengono utilizzate in giardino,
come siepi oppure a formare larghi cespugli. Volendo si può coltivare in larghi vasi, tenendo presente che è una
pianta a crescita rapida, che cresce anche fino a un metro e più.
IL CAPPERO
Piccolo arbusto sempreverde, originario del bacino mediterraneo e dell’Asia centro- meridionale, molto diffuso anche in Italia. Può raggiungere il metro di altezza, e generalmente si sviluppa lungo le spaccature della roccia. Ha aspetto disordinato, molto ramificato e denso; le foglie sono arrotondate, cuoiose, di colore verde scuro, cerose; i fiori sono grandi, decorativi, di colore bianco o rosato, molto appariscenti, e sbocciano
in estate
Rampicanti che salgono con la scala

THE MEDITERRANEAN SCRUB

The scent of orange- blossom, jasmine, and wild flowers provides continuous solace to the senses: these are the characteristics of a Mediterranean garden, with its rich, colourful, and long-lasting blooms. These plants come from
countries that look onto the Mediterranean, and can often be found growing in the wild, such as Spanish broom,
caper, and myrtle; other plants come from more distant regions but have now completely acclimatised, such as prickly pear or American aloe, now commonly found in many hot regions of Italy, Spain, and northern Africa. They prefer hot
climates and, with the exception of only a few, require little or no watering; almost all love dry sunny spots.

Aldo Palazzeschi

“E ricordo che una mattina mi recai sotto una villa che tanto mi piaceva, della quale onoscevo i proprietari e sapevo a puntino ogni particolare della sua esistenza.
Vi andai come il pittore con la sua cassetta dei colori, col lapis e un quaderno per ritrarla con la parola“

Il verde come trait d’union
delle forme architettoniche
In Edicola


se è piaciuto questo articolo 

TAG CORRELATI

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
CARRELLO
TAG