Un palcoscenico di alberi e fiori

Un palcoscenico di alberi e fiori

Testo: Daniela Canoro
Immagini tratte da “Geometrie e botanica. Il giardino contemporaneo di Anna Scaravella” Editore Electa, 2002, a cura di Federica Sala

Un testo scritto “verde su verde”, una selezione di diciotto tra le più significative realizzazioni, pubbliche e private: “Geometrie e botanica. Il giardino contemporaneo di Anna Scaravella”. I progetti, illustrati attraverso più di un centinaio di splendide fotografie di Manuela Cerri e Dario Fusaro, ci trasportano nel verde delle “stanze” che si
aprono e si chiudono sull’orizzonte. Giardini che diventano luoghi segreti e affascinanti, “in grado di lasciare un segno”. La loro particolarità risiede nella perfetta coesione tra l’architettura dell’abitazione e l’ambiente circostante.
Si creano effetti ottici che dilatano lo spazio e ridanno equilibri dimensionali. Nei progetti di Anna Scaravella si
trovano le radici nella passione per i rigori formali dell’arte paesaggistica giapponese, in particolare dell’influenza del suo maestro Haruki Miyagima. “Nel progetto si coinvolgono soluzioni formali con connotazioni fortemente estetiche capaci di suscitare una percezione del giardino quale luogo di meraviglia e di dimensione fantastica”.

Questo progetto per il cortile interno della Banca di Piacenza è stato inserito tra le opere significative di Anna Scaravella. Lo scopo era quello di ampliare i 35 mq a disposizione e riprendere nelle siepi e nei camminamenti,
l’andamento curvilineo delle vetrate che delimitano due lati del cortile, realizzate dall’architetto Carlo Ponzini. Un magico effetto a onda, che riprende le morbide onde formate dalle siepi di bosso, è creato con ramages, tessere di
marmo posate con la tecnica del mosaico dopo essere state montate in laboratorio. Le siepi sono inserite in aiuole curvilinee e l’acciottolato è stato sostituito da ghiaietto affondato in un letto di sabbia e cemento.

This project for the inner courtyard of the Banca di Piacenza has been included as one of Anna Scaravella's significant works. The aim was to enlarge the 35m2 available, and to use hedges and paths to echo the large curvilinear windows, designed by architect Carlo Ponzini, defining two sides of the courtyard. A magnificent wave effect, which echoes the gentle curves created by the boxwood hedges, is created with floral patterns made using multicoloured marble tesserae arranged using mosaic technique after having been mounted in the workshop. Hedges have been
inserted in curvilinear flowerbeds, and fine pebbles on a sand and cement bed have replaced the cobbled paving.

Percorso d’acqua
La striscia d’acqua che segna il terreno collega due aree, il giardino e il terreno agricolo: è una vera e propria scultura nella tradizione della Land Art. L’asse longitudinale che viene segnata nel paesaggio deriva anche dalle suggestioni tratte dalle realizzazioni di David Hicks nell’Oxfordshire in Inghilterra. Sui tre lati viene delimitata da filari di pioppi cipressini, cui si aggiungono specie della vegetazione locale, quali pioppi, salici, querce e ciliegi, disposte in modo da formare boschetti naturali.

Waterway
The strip of water that marks the terrain brings two areas together, the garden and the farmland. This is nothing less than a sculpture in the Land Art tradition. The longitudinal axis of the landscape partly draws inspiration from David Hicks's creations in Oxfordshire, England. On three sides it is delimited by rows of Lombardy poplar and other local species, including poplar, willow, oak, and cherry, arranged to create natural-looking woods.

Geometry and Botany. Anna Scaravella's Contemporary Garden' contains a collection of eighteen of her most significant public and private 'green' creations. The projects, illustrated by more than one hundred splendid photographs by Manuela Cerri and Dario Fusaro, transport us to a magical world in which green predominates.
Gardens turn into enchanting places, full of secrets that leave their mark. Their particularity lies in the perfect
cohesion between the architecture of the home and the surrounding environment. Optical effects widen spaces and restore equilibrium to proportions. Anna Scaravella's projects are marked by a passion for the formal rigour of Japanese landscape art, and in particular by the influence of her teacher Haruki Miyagima. 'A project merges formal solutions with decidedly aesthetic connotations that are capable of turning the garden into a place of wonder, with a magical dimension'.

Nel parco della villa della secentesca cascina Albera, a Salvirola in provincia di Cremona, è stato progettato ex novo uno splendido giardino. Un elemento costante è la presenza di siepi di bosso, potate in modo geometrico o sinuoso,
per creare varietà ma anche continuità in tutta la realizzazione. Nella pagina a fianco, la rotonda terrazzata diparte
da una finta scalinata posteriore della villa e forma una serie concentrica di cerchi in ciottoli che circondano al centro
uno splendido esemplare di Lagerstroemia indica.

In the park of the seventeenth-century farmstead Albera, in Salvirola, near Cremona, a splendid garden has been designed from scratch. A constant element is the presence of boxwood hedges, shaped in a geometric or meandering manner to provide both variety and continuity to the entire creation. Facing page, the rounded terrace extends from
a pretend flight of steps at the back of the villa to create a series of concentric circles in cobblestone that at the
centre surround a splendid exemplar of Lagerstroemia indica.

Muri come sipari
Il giardino della villa di Ca’ Soprana, a Gazzola, nel piacentino, è stato risistemato e ampliato per costruire la piscina
e un gazebo come soggiorno all’aperto. Sul piano terrazzato sono state sistemate piante basse fiorite per non ostacolare la vista, mentre dietro gli spogliatoi, al di là del muro, sono state impiantate specie arboree per nascondere i fabbricati agricoli. Intorno alla villa si trovano ortensie e specie arbustive sempreverdi che
contornano tigli e ippocastani.

Walls like curtains
The garden of the villa of Ca' Soprana, in Gazzola, Piacenza, has been rearranged and enlarged to accommodate a swimming pool and gazebo as an open-air living room. Low flowering plants have been arranged on the terrace so
as not to block the view, whereas behind the changing rooms, beyond the wall, trees have been planted to hide the
farm buildings. All around the villa there are hydrangea and evergreen shrubs surrounding lime and horse-chestnut trees.

se è piaciuto questo articolo 

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A
Tratto da
CARRELLO
TAG